L'imbarazzo di Dio

"Non siamo al mondo per custodire un museo, ma per coltivare un giardino"

Da questa frase di San Giovanni XXIII che Don Marco Pozza dà voce ad un cristianesimo dell' innamoramento, dove la fede non è solo sapere, ma prima di tutto sapore e sapienza. 

Don Marco Pozza,  giovane sacerdote,  teologo, scrittore e giornalista, è cappellano presso il carcere di massima sicurezza "Due Palazzi" di Padova. Soprannominato Don Spritz quando parroco in una parrocchia di Padova, colpito dall'assenza di fedeli alle messe, cominciò ad incontrare ragazzi e studenti direttamente nei locali della "movida" padovana. Torna a Roma dopo la fine dei suoi studi presso la Pontificia Università Gregoriana e ci aiuterà a riflettere sulla bellezza di essere stati scelti per sognare un futuro e adoperarsi per la costruzione di una storia che non è solo umana, ma ha il sigillo dell'Amore di Dio che sorprende,libera, mette in moto energie sorprendenti.

L'incontro si terrà, come da locandina allegata, il 25 novembre alle ore 20.30 nella Parrocchia di Sant'Ireneo (Via dei Castani 291).

Altre immagini / Allegati: 

Condividi